Come Funziona un Router

Il router è un dispositivo presente ormai in quasi tutte le case, in questa guida cerchiamo di spiegare meglio come funziona.

Prima di iniziare è importante precisare che in questa guida ci riferiamo al modem router, dispositivo che include sia funzionalità di router che di modem, che è sicuramente il più comune.

Iniziamo a vedere come è fatto il router.
Tutti questi dispositivi dispongono di una porta WAN, che è quella utilizzata per collegare il router a Internet tramite un cavo.
Troviamo poi una serie di porte LAN, utilizzate per collegare tramite cavo i dispositivi presenti in casa alla rete locale.
Oggi la maggioranza dei router supporta la connettività WiFi, troviamo quindi solitamente un’antenna.
Alcuni modelli possono anche permettere l’utilizzo di una SIM, in modo da offrire il collegamento quando la connessione via cavo non funziona. In questi casi si parla di router 3G o 4G e per sapere di più è possibile fare riferimento al sito Modemrouterwifi.com in cui è presente una guida in questa pagina.

Per attivare il router, solitamente, basta collegare i cavi e accedere il dispositivo.
Il router dispone poi di un pannello di controllo, a cui è possibile accedere digitando l’indirizzo IP del dispositivo nella barra degli indirizzi del browser.
Una volta effettuato l’accesso al pannello di controllo, è possibile configurare il router e le varie funzionalità messe a disposizione.

Il funzionamento del modem router è piuttosto semplice.
Il compito del dispositivo è quello di gestire il traffico in entrate e in uscita dalla rete locale.
Il router ha quindi il compito di ricevere le richieste dei computer collegati, tramite cavo o WiFi, e indirizzarle su Internet.
Quando si naviga da un computer presente sulla rete, la richiesta viene quindi inviata al router, che la indirizza su Internet, al server corretto.
Il router riceve poi la risposta tramite Internet e la indirizza sulla rete locale, al computer che ha effettuato la richiesta.
Per fare questo il router assegna un indirizzo IP a tutti i dispositivi presenti nella rete locale, in modo da poterli identificare.

I computer collegati escono quindi su Internet come fossere un unico dispositivo, rappresentato dall’indirizzo IP pubblico del router.
Risulta essere poi compito del router gestire i dispositivi presenti nella rete locale, indirizzando i dati in modo corretto.

Il router può poi avere diverse funzionalità aggiuntive.
Per esempio, solitamente funziona anche da firewall.
Questo significa che permette di bloccare il traffico non richiesto, in modo che non raggiunga in computer presenti nella rete locale.

I router più avanzati possono poi permettere di gestire l’utilizzo della banda, impedento che un determinato computer presente nella rete locale utilizzi in modo eccessivo la connessione di rete.