Come Vendere Progetti Grafici Online

Questa breve guida ha nelle sue intenzioni quella di aiutare i giovani grafici e web designer a trovare acquirenti interessati ai loro progetti. Come in ogni ambito lavorativo legato al web, non sempre l’unica soluzione di vendita si trova nel contatto faccia a faccia con il proprio cliente. Spesso e volentieri l’inserire il proprio lavoro su veri e propri siti vetrina può rivelarsi la scelta più azzeccata.

Per prima cosa dovete essere in possesso di vostri progetti, magari cercate tra quelli che avete fatto per imparare o che non siete mai riusciti a vendere. Il mio consiglio per i progetti grafici è quello di prendere soprattutto in considerazione queste tipologie: biglietti da visita, wallpapers, flyers, brochures, textures, icone e files vettoriali di largo utilizzo come bottoni divisori etc.

Una volta esaminati i file grafici passiamo ai lavori per il web in particolar modo per l’aspetto grafico del web. In questo caso si tratta di arrivare ad ottenere un template grafico, ovvero prendere i vostri prototipi di sito e riempirli con il classico testo latino utilizzato come riempitivo. I template possono essere di qualsiasi tipo, dai semplici template in html fino alla creazione di temi per wordpress, joomla, drupal e via discorrendo.

Una volta preparato il nostro materiale ci rivolgeremo ad envato, un team che da anni si occupa della vendita di progetti premium di vario tipo, dai template per siti internet fino a modelli grafici tridimensionali passando per giochi in flash e così via. Ciò che dobbiamo fare è trovare le categorie che ci interessano: per i grafici il sito di riferimento è graphicriver.net mentre per i webmaster il sito è themeforest.net

Giunti al sito di nostro interesse ci iscriveremo e fatta la procedura di iscrizione ci sarà un brevissimo manuale da leggere ed un relativo test di 10 domande per ogni sito nel quale vogliamo vendere. Tranquilli, prendete carta e penna e segnatevi le risposte, le domande son sempre le stesse per cui anche non capendo l’inglese se vi segnate le risposte date potete tranquillamente ripetere anche cento volte il test e trovare la quadra giusta.

Una volta passato il test per diventare venditore si procederà al caricamento del nostro primo lavoro. La parte più complessa è questa, poiché envato ha criteri molto rigidi di ammissione dei nostri lavori per cui non demoralizzatevi se come il sottoscritto i primi 5 o 6 tentativi verranno con buone probabilità rimandati al mittente. La ditta è molto professionale per cui ad ogni rifiuto viene accompagnata una mail con spiegati i motivi, cosa che ci sarà di grande aiuto per andare a colmare le nostre lacune.

Vi consiglio prima di fare qualunque tipo di upload all’interno del sito, di verificare che il vostro lavoro non sia in alcun modo copiato da altri. Se ciò fosse vero rischiereste di essere espulsi a vita dal portale, cosa poco gradevole sicuramente. Leggete inoltre con attenzione le percentuali che vi verranno trattenute da envato sulle vendite. Sarebbe anche in quel caso poco carino essersi fatti opinioni sbagliate e sognato guadagni poi smentiti dai reali incassi.

Da qui in avanti sta alla vostra creatività ed al vostro ascoltare i suggerimenti di envato. Sappiate che mediamente un sito viene venduto a 25/30 dollari e alcuni lavori grafici nemmeno superano i 5 dollari. Vi starete chiedendo che senso può avere svendere in questo modo il vostro lavoro. Vi rispondo suggerendovi di guardare quante copie di ogni lavoro vengono vendute, ovviamente parlo dei più bravi. Si parla di tre o quattromila copie dello stesso sito, il che per un valore medio di 30 dollari fanno un totale di 12mila dollari.

Un altro modo per promuoversi è utilizzare Groupon, in questo caso è possibile seguire questa guida su Paghero.it per capire come iniziare a promuovere i propri servizi con questo strumento.